Cheratocono

Il cheratocono è una patologia degenerativa della cornea (distrofia progressiva) che colpisce in giovane età.

Si tratta di una patologia abbastanza comune con una prevalenza stimata di 1:2000  con prevalenza maggiore nei maschi rispetto alle femmine. Il cheratocono è generalmente bilaterale; l’esordio e lo sviluppo sono associati a un assottigliamento corneale e a una protrusione conica che causa astigmatismo irregolare anche elevato.

La curvatura irregolare che si viene a creare cambia il potere refrattivo della cornea, producendo di conseguenza distorsioni delle immagini ed una visione confusa sia da vicino che da lontano. I fattori che provocano il cheratocono sono attualmente un mistero nonostante le numerose ipotesi che sono state fatte negli anni. Si presuppone che associato a fattori genetici, ambientali e di comportamento ci sia anche una componente infiammatoria.

Nei pazienti con cheratocono la deformazione della cornea (astigmatismo irregolare) causa visione annebbiata, aloni e aberrazioni di alto ordine. Queste aberrazioni si traducono in immagini sfocate, distorte ed in un aumento della sensibilità alle luci. Difficilmente si riesce a correggere con occhiali o con la chirurgia refrattiva tradizionale.

A sinistra vista di un paziente normale, al centro di un paziente con un iniziale cheratocono e a destra di un paziente con una forma avanzata di cheratocono.

Gestione del cheratocono

Quali sono i metodi di correzione del cheratocono?

  • Occhiali: lenti oftalmiche particolari possono correggere il cheratocono nei primi stadi della malattia
  • Lenti a contatto morbide e morbide toriche: la lente morbida, costruita appositamente, può essere una buona scelta nei cheratoconi non evoluti o con particolare morfologia ottenendo buoni standard visivi associati ad un ottimo confort
  • Lenti a contatto rigide gas permeabili (RGP): rappresentano la scelta d’elezione nella correzione ottica del cheratocono; sono disponibili vari design che possono aiutare nella correzione di cheratoconi anche molto evoluti. Grazie a nuove tecnologia di costruzione, il confort delle lenti è molto migliorato; efficacia, sicurezza e confort sono le caratteristiche principali di questa applicazione.
  • Lenti a contatto sclerali e minisclerali: nuova frontiera applicativa nella correzione del cheratocono, la lente a contatto è una lente rigida gaspermeabile con caratteristiche uniche nel suo genere. Permette confort molto elevato (superiore a quello delle lac morbide) unito a performance visive simili a quelle delle lac gaspermeabili. Inoltre viene utilizzato nel trattamento di alcune malattie che degenerano in occhio secco patologico in quanto svolgono azione di protezione e idratazione della superficie corneale. Ultimi studi dimostrano che l’intervento di trapianto corneale negli ultimi anni vengono posticipati grazie alle nuove soluzioni fornite da queste lenti a contatto.